Cosa fa l’amore. La storia di due anziani sposi

Ho letto una storia che mi ha davvero commossa e fatto riflettere e merita davvero di essere raccontata. I protagonisti sono due anziani sposi e l’amore, la dedizione e il sacrificio disinteressato che lui porta avanti nei confronti della moglie.

Siamo in Giappone. Immaginiamo di entrare in punta di piedi nelle vite dei signori Kuroki: hanno avuto una vita felice, hanno lavorato come produttori di latte da quando si sono sposati, nel 1956, e hanno cresciuto due bei bambini che ora bambini non sono più. La loro vita coniugale è stata improntata sull’amore.

Ma la tragedia, purtroppo, è sempre dietro l’angolo come a voler incenerire alla stregua di un fulmine la felicità. Improvvisamente la signora Kuroki ha perso la vista a causa di complicazioni legate al diabete. Come spesso accade in questi casi, quando si conservano il ricordo e l’immagine di una vita tranquilla e felice che non si può più avere, la signora è caduta in depressione, si è chiusa in se stessa e si è ritirata nella casa di famiglia, senza più sorrisi né speranze. Anche l’amore sembrava appassirsi. Ma tuttavia, nonostante il periodo tanto buio, purtroppo letteralmente, il signor Kuroki non ha mai abbandonato la moglie, soffrendo della stessa sofferenza e passando notti insonni a cercare un modo che potesse tornare a far sorridere la sua amata e farle capire quanto importante fosse per lui il suo concetto di amore per lei.

Sino all’idea vincente: un giardino fiorito dove la moglie avrebbe potuto godere del profumo dei fiori, ritrovando la voglia di uscire e, magari, di provare a immaginare che colore e che dimensione avesse quella distesa immensa di fiori profumati piantati solo ed esclusivamente per lei.

marito crea giardino per moglie cieca

Il signor Kuroki ha lavorato duramente. Due anni e migliaia di fiori dopo, quel giardino d’amore attira le persone che vogliono vedere con i loro occhi quanto ostinato, duraturo e forte possa essere un sentimento che, pur nascendo come privato, ha fatto il giro di tutto il mondo.

Ora la signora Kuroki, pur non potendosi godere il giardino con gli occhi, riesce a percepirlo con tutti gli altri sensi e anche attraverso l’anima dolce del marito ed è tornata ad amare la vita all’aria aperta. E, adesso, sorride ogni giorno.

marito crea giardino per moglie cieca

La casa dei signori Kuroki si trova a Shintomi Town, nella regione del Miyazaki, e ora non è più una semplice abitazione: è una sorta di luogo turistico che fiorisce florido ogni primavera con un tappeto di fiori rosa chiamati shibazakura, ossia “muschio rosa“. Un nome che è già tutto un programma: evoca la femminilità, il sentimento, la serenità… Sentimenti che trapelano anche a distanza, evidentemente, visto che al momento della fioritura arrivano sino a 7mila persone nel giardino dei signori Kuroki. Vogliono ammirare la distesa di muschio rosa, certo, ma anche lasciarsi avvolgere dalla toccante storia d’amore che a quel giardino ha dato vita.

I fiori nascono e sbocciano sul terreno che in origine era il caseificio che dava sostentamento alla coppia: si alzavano all’alba, ogni giorno, senza nemmeno una giornata di requie per curare la loro mandria di 60 mucche e, nel contempo, crescere i due figlioletti che stavano a casa. Una vita dura, ma intensa e gratificante, di quelle che riesce a vivere solo chi sa trovare la bellezza di tornare a casa la sera dopo aver fatto il proprio dovere per dedicarsi all’amore e al calore domestico. Per la famiglia Kuroki è stato così. Non stupisce quindi che, dopo 60 anni di matrimonio, il legame sia ancora tanto saldo, tenero, votato l’uno verso l’altra.

marito crea giardino per moglie cieca

Fonte: boredpanda.com

Dopo trent’anni di matrimonio, tuttavia, quando la signora aveva 52 anni è stata repentinamente colpita da un problema alla vista, che si è rivelato poi essere una conseguenza del diabete. La vita della signora Kuroki così come l’aveva conosciuta è terminata una settimana dopo. E il suo animo si è spento, devastato dalla prospettiva di non poter continuare la sua routine, di non poter coronare il sogno del viaggio che lei e suo marito progettavano da anni, dall’idea di dover affrontare un’esistenza buia, immobile, insensata. L’allegria di un tempo è men che un ricordo e il cuore del marito diventa ancor più malinconico: “Forse – pensa – se avessimo almeno uno o due ospiti ogni giorno, potrebbe tornare ad aver voglia di uscire, di interagire col mondo”.

marito crea giardino per moglie cieca

Fonte: boredpanda.com

Un giorno l’occhio del signor Kuroki cade su un fiore di shibazakura che gli regala un’illuminazione: la bellezza di questo fiore, come quella di un sentimento, non necessita per forza della vista, ma può essere inspirata a fondo attraverso l’olfatto. E da lì l’idea di creare un intero giardino di “muschio rosa”.

Oggi la casa dei signori Kuroki è circondata da una profumata distesa rosa e, dopo più di un decennio dal giorno in cui i semi sono stati piantati, il giardino continua ad attirare visitatori da paesi, città e regioni limitrofe. La speranza dei visitatori è di incappare casualmente nei signori Kuroki – che spesso camminano attorno alla loro proprietà – per darsi un’idea di che volto possa avere l’amore.

 

Precedente Ha la stessa cicatrice di Harry Potter e la scrittrice... Successivo Shannen: mastectomia, voglio invecchiare con mio marito