Capodanno cinese anche a Milano

Il Capodanno cinese è una delle più importanti e maggiormente sentite festività tradizionali cinesi e celebra per l’appunto l’inizio del nuovo anno secondo il calendario cinese.Essendo quello tradizionale cinese un calendario lunisolare, i mesi iniziano in concomitanza con ogni novilunio quindi proprio per questo motivo, la data d’inizio del primo mese, e dunque del capodanno, può variare di circa 29 giorni, venendo a coincidere con la seconda luna nuova dopo il solstizio d’inverno, evento che può avvenire fra il 21 gennaio e il 19 febbraio del calendario gregoriano. A partire da questa data, le festività del Capodanno cinese durano per quindici giorni, concludendosi con la tradizionale festa delle lanterne. Stando alla mitologia cinese, l’origine del Capodanno cinese viene fatta risalire a un’antica leggenda, secondo la quale nei tempi antichi vivesse in Cina un mostro chiamato Nian (年). E sempre secondo la leggenda, il Nian sarebbe stato solito uscire dalla sua tana una volta ogni 12 mesi per mangiare esseri umani;  l’unico modo per sfuggire a questo tributo di sangue era spaventare il Nian, sensibile ai rumori forti e terrorizzato dal colore rosso. Per questo motivo, sempre secondo la leggenda, ogni 12 mesi si è soliti festeggiare l’anno nuovo con canti, strepitii, fuochi d’artificio e con l’uso massiccio del colore rosso. Un’eco di questa leggenda potrebbe essere rimasto nella rituale danza del leone, una tradizione praticata durante le feste nella quale si sfila per le strade inseguendo una maschera da leone, che rappresenterebbe il Nian.

Anche in Italia, visto il massiccio numero di immigrati, stanno prendendo piede i festeggiamenti per il Capodanno cinese e Milano si prepara a festeggiarlo lunedì 8 febbraio. Saranno infatti numerose le imprese che in Lombardia celebreranno l’inizio dell’ “anno della scimmia”. E lo faranno con fuochi d’artificio, scambi di buste rosse contenenti denaro, sfilate e banchetti fatti di dolci di riso e ravioli in zuppa. Una festa che riguarda anche i numerosi imprenditori cinesi che vivono e lavorano in Lombardia. Sono ben 9.300 le imprese individuali con titolare cinese attive sul territorio lombardo nel 2015 e crescono del 6% di anno in anno. Le imprese individuali cinesi attive in Lombardia sono concentrate principalmente in tre settori: il commercio (2.540 imprese), le attività manifatturiere (2.525) e ristoranti, bar e alberghi (2.348). Emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano su dati registro imprese al terzo trimestre 2015 e 2010 relativa ai titolari di impresa individuale. Prima Milano con 5.002 imprese poi Brescia con 1.043, Mantova con 764, Bergamo con 615, Varese con 507. Tra le province dove le imprese cinesi crescono di più Monza e Brianza (+13%), Cremona (+11,5%) e Varese (+7,9%).

capodanno cinese
capodanno cinese
Precedente La ragazza si salva postando dei selfie su FB Successivo Mika, una canzone per dire no a bullismo e omofobia