Mulino Bianco e Pavesi ritirano dal mercato i prodotti

Le aziende Mulino Bianco e Pavesi stanno ritirando dal mercato alcuni lotti di prodotti di punta, come il Pan Bauletto, per la “possibile presenza di frammenti metallici, in una partita di sale utilizzata per la produzione”. Lo hanno reso noto le stesse aziende in un comunicato spiegando di aver preso questa decisione a scopo precauzionale.

Gli alimenti in questione sono molti e facilmente reperibili negli scaffali dei supermercati, ma attualmente sono stati ritirati.

“Pur essendo il rischio di contaminazione del tutto remoto, si è voluta adottare la massima precauzione. Abbiamo provveduto a bloccare la distribuzione e contestualmente abbiamo attivato le procedure di richiamo dei prodotti dal mercato”, è quanto Mulino Bianco e Pavesi hanno annunciato nel comunicato. Le aziende hanno quindi invitato i consumatori “che siano in possesso dei prodotti appartenenti ai lotti sopra indicati a non consumarli”. Il gruppo Barilla per ogni informazione ha attivato il numero verde 800615477 e il seguente indirizzo email: [email protected]. Nella nota, inoltre, le aziende sottolineano, quasi come a voler evitare un generale e diffuso allarmismo, che il richiamo si riferisce solamente ai prodotti menzionati e limitatamente ai lotti indicati.

mulino

in foto dal sito di Barilla l’elenco dei prodotti Mulino Bianco e Pavesi

Vediamo nello specifico quali sono i prodotti ritirati dal mercato – Il richiamo si riferisce in particolare ai prodotti Gran Pavesi Maxi Burger (lotto 065896) e della Mulino Bianco: Granbauletto grano tenero; Granbauletto rustico; Pagnotta grano duro; Pagnotta integrale; Pagnottelle classiche; Pan Bauletto ai cereali e soia; Pan Bauletto al grano duro; Pan Bauletto Bianco; Sfilatini; Torta Cacao; e Torta limone.

“Mulino Bianco e Pavesi – prosegue il comunicato – hanno effettuato questa scelta in coerenza con le scelte qualitative di sempre, pensando alla massima tutela dei propri consumatori. Ci scusiamo per l’inconveniente causato ai nostri Consumatori e Clienti”.

Invitiamo quindi i nostri lettori alla massima prudenza ed attenzione.

 

I commenti sono chiusi.