Sequestrata operatrice in centro di accoglienza

Grave episodio di violenza all’hotel “Le Chateau” di Varcaturo – frazione del comune di Giugliano in provincia di Napoli – struttura alberghiera adibita a centro di accoglienza. Un ospite, un nigeriano di 25 anni, si è introdotto nell’ufficio di un’operatrice di 62 anni e, dopo aver chiuso la porta a chiave, ha cominciato a compiere atti osceni in presenza della donna. Il 25enne si sarebbe introdotto nell’ufficio adducendo una scusa, informazioni sul rinnovo del permesso di soggiorno temporaneo. Poi, improvvisamente, si è calato i pantaloni mettendo in mostra i genitali e sfregandoli contro il braccio della donna.Provvidenziale l’intervento di una collega che, proprio mentre si stava consumando l’episodio, ha bussato alla porta dell’ufficio. L’immigrato ha costretto la 62enne ad aprire la porta per non destare sospetti, ma la donna è stata pronta a passare alla collega un bigliettino con la richiesta di aiuto, permettendole di allertare il 112. Sul posto sono giunti i carabinieri della locale stazione, che hanno liberato la malcapitata e arrestato il 25enne. Per lui, dopo le formalità di rito, si sono aperte le porte del carcere di Poggioreale.La donna, intervistata da Napoli Nord Tv, ha ribadito di non essere stata vittima di un’aggressione sessuale vera e propria: “È entrato nel mio ufficio chiedendo del documento – dice la vittima – Subito dopo ha mostrato i genitali, ma non mi ha aggredita. Sono riuscita a calmarlo e a tenerlo lontano per un paio d’ore, in attesa che arrivassero i carabinieri, precedentemente allertati”.

Precedente Roma:ritrovato plasma umano nei pressi di un centro commerciale Successivo Battipaglia:prostituzione vicino alla scuola