Student act, gli studenti avranno le spese pagate

Studente di una famiglia non ricca, ottimi voti alle Superiori (le secondarie di secondo grado), eccellente risultato alla maturità. Ecco l’identikit del ragazzo che potrebbe ricevere una borsa di studio in grado di coprire tutte le spese del suo primo anno accademico all’università. Tasse, vitto, alloggio. La borsa di studio – che avrebbe un valore tra i 10 mila e i 15 mila euro – è una delle misure che il governo può introdurre in un suo provvedimento, uno “Student Act”, che verrebbe incluso nelle prossima Legge di Stabilità. Ne scrive il Sole 24 Ore.

Questo “Student Act” potrebbe prevedere anche un meccanismo di esenzione delle sole tasse universitarie. A beneficiarne sarebbero lo studente e la sua famiglia, a condizione di avere un Isee (Indicatore della Situazione economica equivalente) molto basso, compreso tra i 12 mila e i 15 mila euro. Lo Stato sarebbe pronto a “risarcire” gli Atenei per le mancate entrate, effetto di questo bonus per gli studenti.

Il provvedimento del governo si propone, poi, di premiare gli atenei migliori. In realtà, i soldi non finirebbero nel grande calderone delle Università. Verrebbero indirizzati a singoli Dipartimenti dell’Ateneo che si siano distinti come centri di eccellenza. La graduatoria dei Dipartimenti migliori verrebbe stilata anche in base ai giudizi dell’Anvur. E’ l’Agenzia per la valutazione dell’università e della ricerca.

Infine il governo vuole rinnovare il “bonus cultura” da 500 euro, che potrà essere speso per cinema, concerti, eventi culturali, libri, musei. Beneficiari saranno i neodiciottenni – nati nel 1999 – residenti in Italia anche di altri Paesi europei o extra-europei.

student act

student act- riguarda gli studenti universitari più meritevoli

I commenti sono chiusi.